Copertina "Come una camzone di Aznavour"

Come una canzone di Aznavour

Stefano Nicotra, scontata la pena detentiva, cerca di rimettere a posto i pezzi di una vita da ex terrorista nero, con Ines, la sua compagna conosciuta in carcere.
La necessità del protagonista di chiudere i conti col passato lo costringerà a riaprire vecchie, dolorose ferite.
Un amore, quello di Stefano e Ines, struggente, difficile, tragico e impossibile.
Uno dei tanti amori cantati, appunto, da Charles Aznavour.
Tutti i volti dell’amore è il brano dell’autore francese, di origini armene, che dà il la all’intero romanzo.
Tra le righe di questo pezzo si trova una delle possibili interpretazioni dell’intera vicenda raccontata nel graphic novel.
Sta a voi scovarla.

  • Editore : ALT! Associazione Lettori Torresi (aprile 2022)
  • Lingua : Italiano
  • Copertina flessibile : 160 pagine
  • Misure: 24 cm x 16,8 cm

pulsante di acquisto

IL COLORE DEL METALLO

“E’ il terzo giorno e lui è ancora lì. Imponente, immobile, minaccioso. Il suo sguardo fisso. Giallo. Su di me.”

Una città ostile, bollente, metallica.
Un’estate come tante, tra tossici che urlano e gatte con problemi di glicemia.
Matteo è un uomo solo, grasso, calvo, ordinario che non paga il condominio.
Davide è il suo collega, cinico e con la moglie orribile.
Giulio, il suo vicino che ama vivere le vite degli altri.
E poi un gigante di acciaio fermo all’orizzonte con i suoi occhi luminosi e cattivi.
Un’allucinazione.
O forse no.
Il suicidio una possibile via di fuga dal mondo.

Testo di Fabrizio Gargano corredato dalle illustrazioni pittoriche di Alessandra Chicarella, proposto in un innovativo formato.

      • Editore : ALT! Associazione Lettori Torresi (1 gennaio 2020)
      • Lingua : Italiano
      • Copertina flessibile : 33 pagine
      • Misure: 26 cm x 17 cm

pilsante di acquisto

30 giorni. Storia di una schizofrenia

Il tempo per Roberto è come una clessidra che, arrivata a fine corsa, viene inesorabilmente capovolta per intraprendere il medesimo viaggio.
Forse reale, forse solo immaginato.
I confini del suo mondo sono mobili, mai gli stessi.
Due sole certezze: un pacchetto di sigarette sempre in tasca e un accendino di un colore acceso.
Casomai arancione.

  • Editore : ALT! Associazione Lettori Torresi (1 maggio 2019)
  • Lingua : Italiano
  • Copertina flessibile : 168 pagine
  • Misure: 24 cm x 16,8 cm

pulsante di acquisto

La Storia di Elais (in lavorazione)

“E’ una graphic-novel i cui personaggi vivono una storia ambientata sullo sfondo di una coltivazione di olio extravergine di oliva..”

lais (*) è una pittrice che si guadagna da vivere facendo illustrazioni per un’azienda di moda. Eredita, con il fratello Ernesto, un oliveto secolare. L’oliveto si trova in una zona imprecisata del sud Italia (Il luogo è la summa ideale di tutti gli oliveti visitati in questi anni).
Ernesto ha intenzione di vendere la proprietà a un avvocato del paese che ne vorrebbe fare una spa di lusso. Il progetto prevede l’espiantazione di diverse piante e l’aumento della cubatura edilizia. Elais, diversamente da quanto aveva deciso all’inizio, si oppone alla deturpazione della piantagione e rifiuta di firmare l’accordo.
La cosa causa una rottura definitiva dei già precari rapporti tra lei e il fratello.
D’accordo con un suo vecchio amico di infanzia, Agostino, decide di mettere su un’azienda agricola per fare olio extravergine di qualità (attraverso l’acquisto di un frantoio moderno…), mettendosi contro tutti i contadini perché la produzione di olio, nel paese, è ancora ancorata a vecchie, erronee, tradizioni secolari.
Oltre ai contadini, Elais e Agostino si mettono di traverso anche all’unico frantoio del paese che ha praticamente il monopolio della produzione di olio sul territorio.
Nonostante tutte le difficoltà, i nostri producono il loro primo olio di qualità con il quale partecipano al concorso più prestigioso d’Italia.
Oltre alla vicenda fin qui descritta ci saranno, ovviamente, tutti gli intrecci dei personaggi per una storia ad ampio respiro.

Testi e disegni di Fabrizio Gargano. Il racconto è in lavorazione, ne pubblicherò una tavola al mese sui miei canali social, e sul sito Oliocentrica dove è possibile vedere tutte le tavole pubblicate.

pulsante per vedere tutte le tavole

(*) Secondo la tradizione mitologica, Elais (Ελαϊς), figlia di Aniou e di Dorippe, era la protettrice dell’olio d’oliva. Le sue sorelle erano Oino (Οινώ), che proteggeva la vigna e Spermò (Σπερμώ), che proteggeva il grano.

Facebook

Instagram

Facebook

Linkedin

Blog

Pinterest

Behance

YouTube

2022 © P.IVA 03151350596 • Privacy PolicyCookie Policy • Credits AD Zone